Corso intensivo:Supervisione e Mentoring

Corso intensivo: Supervisione e Mentoring Per Counselor e Problem Solver Strategici ESCLUSIVO PER EX ALLIEVI


Una volta che sei diventato maestro in una cosa, ritorna ad essere allievo,
poiché chi non continua a migliorarsi, automaticamente peggiora

Sedi del corso : Arezzo

“Se vuoi vedere, impara ad agire”

In ogni incontro si esploreranno quelle situazioni nelle quali il consulente ha delle difficoltà o non sta ottenendo i risultati attesi con il suo intervento, di conseguenza verranno trattati casi reali portati dai partecipanti, con l’obiettivo di individuare e superare  il “punto cieco”  limitante del consulente strategico  (credenza, autoinganno o un incapacità nel usare il modello breve strategico).

Navigation

All’inizio di ogni percorso di formazione ci si focalizza ad apprendere le competenze e le tecniche specifiche, nel nostro caso della comunicazione e  del problem solving strategico; come quando si va a scuola guida per imparare le regole di base per guidare un automezzo e muoversi sulle strade. Inizialmente si è completamente focalizzati su questi due aspetti e quasi ci si dimentica che sulle strade ci sono anche altre persone che a loro volta stanno guidando. Dopo aver svolto un certo numero di ore formative, il guidatore, così come il problem solver, può sentire l’esigenza di avere un feedback più raffinato sulla propria pratica, volendo diventare un guidatore più sicuro ed esperto.

Così con questo percorso vorrei rendere disponibile a chi voglia continuare a migliorarsi, le applicazioni del Modello e l’adattamento, anche delle singole tecniche, ai contesti più disparati, continuando ad approfondire, ed aggiungendo ESPERIENZE oltre che contenuti per non lasciare nulla al “caso“, che comunque come ci insegna Alexander Fleming, aiuta solo le menti preparate“.

Ogni strategico sa che con “APPARENTI” semplici soluzioni “, guidiamo persone e gruppi, ad uscire da situazioni critiche, a sentire, percepire, fare le cose diversamente, attraverso l’uso di logiche non ordinarie. Ciò che dovremmo altrettanto aver chiaro è che la comunicazione, le strategie e le tecniche che compongono il Modello Strategico vanno costantemente adattate alle persone e al contesto con inventiva e flessibilità applicativa.

Purtroppo sappiamo che l’invenzione creativa non è il guizzo di genio, ma l’analisi di un problema che permette di vederlo da prospettive non ordinarie e la capacità di trovare i più funzionali espedienti che violino le logiche ordinarie che impediscono alle persone di gestire e/o cambiare la realtà e questo va esercitato costantemente altrimenti si corre il rischio di  diminuire drasticamente la propria efficienza.
Sappiamo anche che il modello ci modella, e se lo applichiamo male, ci modelliamo male !

Per questi motivi la supervisione è uno strumento che può aiutare i ‘supervisionati’ a lavorare sui propri limiti per poter passaredal Fare, all’Essere strategici, con un proprio stile.

METODOLOGIA DIDATTICA

In ogni incontro si esploreranno quelle situazioni nelle quali il consulente ha delle difficoltà o non sta ottenendo i risultati attesi con il suo intervento, di conseguenza verranno trattati casi reali portati dai partecipanti, con l’obiettivo di individuare e superare  il “punto cieco”  limitante del consulente strategico  (credenza, autoinganno o un incapacità nel usare il modello breve strategico)

Durante le sessioni di supervisione, oltre ad esporre le proprie difficoltà e apprendere nuovi strumenti, ogni partecipante si arricchirà grazie alle esperienze degli altri, al fine di ottenere migliori risultati nella pratica professionale.

I gruppi di lavoro saranno di dimensioni ridotte per poter adeguare ogni incontro in base alle necessità del gruppo e per poter creare un vero laboratorio di apprendimento.

Ogni partecipante riceverà feedback dai suoi compagni di gruppo, e da M. Cristina Nardone, unico supervisore del programma.  Fra un modulo e l’altro i partecipanti potranno avere un supporto individuale, attraverso sessioni di “remote coaching”.

Destinatari

Il programma è destinato a tutti gli ex allievi che praticano e che desiderano perfezionare le proprie abilità, per ampliare il proprio ventaglio di strumenti.

Obiettivi

Sulla base delle continue richieste pervenuti negli anni, è emerso chiaramente che per ogni professionista del cambiamento strategico, che sia problem solver, counselor o coach, è fondamentale poter esplorare e rafforzare tre dimensioni:

  • AUMENTARE LE COMPETENZE SPECIFICHE SUL MODELLO (il Fare) come detto sopra.
  • CONTINUARE A LAVORARE SUL PROPRIO SVILUPPO PERSONALE RISPETTO ALLA RELAZIONE CON IL MONDO (l’Essere)
  • GESTIRE LA RELAZIONE CON SE STESSI – la più oscura – la nostra interazione con il mondo che ci circonda che ci guida nelle strategie che adottiamo per gestirlo a partire dalle nostre esigenze e dalle nostre aspettative.

Anche nella mia esperienza, ho dovuto fare i conti con queste dimensioni e soprattutto sul quanto sia difficile lavorare su noi stessi per evitare di intrappolarci in rigidi frame che ci possono impedire di performare.  Purtroppo nessuno è immune dagli autoinganni disfunzionali che vengono a costruirsi anche e soprattutto inconsapevolmente !

  • Permettetemi un esempio: < un giorno un ex allievo mi comunica una sua difficoltà ad avere clienti che possano portare situazioni in cui ci siano aspetti emotivi legati alla paura di perdere il partner amoroso>.  Facendo qualche domanda strategica, emerge una difficoltà del consulente a gestire le proprie emozioni in queste situazioni, dove la sua morale gli impedisce di guidare il proprio cliente, senza interferire nelle sue decisioni a risolvere una situazione dolorosa.  A quel punto è evidente che il problem solver, a livello inconscio, sta auto sabotando la propria pratica, ma soprattutto la possibilità di espandere il proprio business.

Questo è un caso da supervisione. Il counselour/problem solver strategico che lavora sulle proprie dinamiche può sciogliere gli eventuali sabotaggi e finalmente ‘sentirsi’  ed “essere” uno strategico, superando continuamente i propri limiti.

In conclusione di questa introduzione a questo nuovo percorso, voglio usare ancora la metafora della guida di un auto. Per imparare bene a guidare è importante fare molti chilometri su varie strade, in diversi percorsi e luoghi; sarà proprio la pratica ad aiutarci a ‘sentire’ che la nostra guida è diventata fluida e naturale. Dopo un po’ di tempo si riuscirà a gestire al meglio tutti gli eventuali ostacoli e difficoltà che la strada può presentare.

Essere un eccellente guidatore richiede il piacere ma soprattutto tanta buona pratica per trovare il nostro stile, unico e irripetibile.

Buona guida a tutti.  M. Cristina Nardone

Materiale fornito

  • accesso alla piattaforma video per la visione di oltre 200 case history di consulenze manageriali, coaching, counseling o di consulenza mascherata da formazione che potranno essere studiati dai partecipanti per osservare come condurre con la massima efficacia ed efficienza gli interventi strategici che ci contraddistinguono.
  • video di conferenze, workshop e seminari per approfondire i contenuti

SESSIONE DI LAVORO: un solo giorno al mese di Sabato, dalle ore 10.00 alle 17.00

CITTÀ DI SVOLGIMENTO:  Arezzo 

SUPERVISORE: M. Cristina Nardone

INVESTIMENTO ECONOMICO : 2.000,00 euro + IVA  per i 7 incontri di supervisione

 350,00 euro + IVA per 1 singolo incontro

PER ISCRIVERSI: compilare il modulo di partecipazione on line ed inviarlo via mail a  bdm@nardonegroup.org  almeno 10 giorni prima di ogni incontro

 


DATE DI SVOLGIMENTO:

19 maggio
16 giugno
7 luglio
8 settembre
20 ottobre
24 novembre
15 dicembre
  • Calendario 2018

    19.05

    16.06

    7.07

    8.09

    20.10

    24.11

    15.12

  • Modulo d'iscrizione

    Scarica

“Le persone possono dubitare di ciò che dici ma crederanno a ciò che fai” (L. Cass)

Il nostro obiettivo è guidare gli allievi a diventare dei Problem Solver Strategici acquisendo operativamente le diverse tecniche attraverso esperienze reali, che consentono di trasformare l’apprendimento individuale in una acquisizione che può essere immediatamente trasportata nella realtà lavorativa di ogni singolo partecipante, sperimentandone così la concreta efficacia.

Bibliografia di riferimento

Altri percorsi formativi:

Nardone’s Model


 

Opinioni dei partecipanti

sulla nostra Scuola Manageriale

Un percorso meraviglioso alla scoperta di se stessi e degli altri, una sorta di “terremoto” interiore dopo il quale il modo di vedere le cose cambia inevitabilmente.

Francesca Cardini

Francesca Cardini

Quando si vivono questo tipo di esperienze di alta qualità ed eccellenza, si diventa delle persone più complete. Ciò che ti porti a casa è un cambiamento, prima di tutto di se stessi e anche di tutto quello che ti circonda durante la vita di tutti i giorni.

Mauro Biagiali

Mauro Biagiali

Il corso permette di conseguire le giuste tecniche al fine di risolvere i problemi nel più breve tempo possibile e in maniera funzionale. Corso fondamentale per imparare a giocare con se stessi e con gli altri.

Giovanni

Giovanni

Video recensioni

Chiedi qui INFORMAZIONI







Accetto i termini e condizioni sulla privacy


Contattaci

Per qualsiasi chiarimento, puoi contattarci direttamente inviandoci la tua richiesta e indicando il tuo numero di cellulare per essere ricontattato.


Ufficio

Indirizzo: 52100 Via De Redi, 13 - Arezzo

Tel: +39 0575 350240

Email: bdm@nardonegroup.org


Orari di lavoro

Lunedi - Venerdi 9am to 5pm

Sabato - Lezioni

Domenica - Lezioni