Blog aziendale: 7 buoni motivi per attivarlo

Buoni motivi per attivare un blog aziendale
Il blog, questo (quasi) sconosciuto. Almeno per le aziende italiane. E invece è uno strumento di comunicazione importantissimo. Ma cosa è un blog? Bene, partiamo da qui. E’ un “diario sul web” (web-log), e si configura come una serie di post scritti dall’ufficio stampa e pubblicati in modo che compaia in alto il post più recente.

Di blog ce ne sono tanti in rete e ognuno di loro viene connotato in base agli argomenti trattati: alcuni si occupano di new media; altri di moda; altri ancora di politica, tanto per fare degli esempi.  Ecco allora 7  buoni motivi per averlo.

Vediamo insieme come Stabilire gli obiettivi per creare un blog aziendale di successo

 

#1 Rapporto diretto con clienti/utenti

Attraverso il blog aziendale, si attua una comunicazione bidirezionale: l’azienda scrive, il cliente o potenziale cliente può interagire. Domande, risposte, commenti, riflessioni. E’ uno strumento prezioso da questo punto di vista, anche in prospettiva del lancio di un prodotto, per esempio. L’ufficio stampa può “tastare” il terreno con gli utenti, in modo tale da poter calibrare le proprie decisioni. Oppure può fare un sondaggio sulle preferenze  o le aspettative degli utenti.

#2 Avvicinamento dei clienti al brand grazie a toni informali

Il sito internet di un’azienda ha spesso un carattere istituzionale, anche formale. Invece la sezione del blog aziendale consente di far sentire più umana l’azienda. Una percezione importante per coinvolgere gli utenti/clienti, per entrare in sintonia con loro. L’azienda non è un’entità astratta, ma è fatta da persone: questo è il messaggio che deve passare.

#3 Strumento di comunicazione con dipendenti e fornitori

Il blog aziendale può raggiungere in modo semplice anche i dipendenti e i fornitori, dando loro informazioni su eventi, progetti, commesse ottenute, novità. Con il blog si accorciano le distanze e si tengono i rapporti con un tono meno formale. In questo caso, a scrivere è l’imprenditore o il direttore generale. In Italia, però, questo tipo di impostazione del blog, cioè rivolto a dipendenti e fornitori, ancora si vede raramente. Eppure è una “formula” vincente.

#4 Facilità nel comunicare contenuti multimediali

Filmati, foto, interviste. Questi sono contenuti che, accanto ai testi scritti, l’ufficio stampa può diffondere attraverso questa sezione del sito. Ciò consente di avere una comunicazione vivace, un sito moderno e fruibile, una visibilità di impatto, senza dimenticare il grado di coinvolgimento che questi contenuti garantiscono.

#5 Garanzia di trasparenza

Avere un blog è garanzia di trasparenza, di immediatezza. Significa che l’azienda non ha paura di confrontarsi e questo è molto apprezzato dal popolo del web.

#6 Aiuta il posizionamento sui motori di ricerca

Google e compagni “amano” i blog, grazie soprattutto ai tanti contenuti che veicolano. Questo consente una maggiore indicizzazione, cioè una maggiore visibilità del sito nei motori di ricercaCiò significa che il sito ha più popolarità e visibilità. Non è questo che interessa ad un’azienda?

#7 Realizzare tecnicamente un blog non ha costi

Su internet ci sono numerose piattaforme open source, cioè che possono essere utilizzate gratuitamente da tutti.  Però ricordate che quando si parla di blog, quindi di immagine aziendale, è meglio non improvvisare e affidarsi alle mani di chi lo fa di lavoro. E’ un investimento che vale la pena fare.

Blog Aziendale: 7 buoni motivi per averlo ultima modifica: 2015-12-15T11:53:13+00:00 da Simona Buracci

L'Autore